Accesso ai servizi

Chiesa di San Grato Vescovo (Frazione Cordova)

Chiesa di San Grato Vescovo (Frazione Cordova)


L'Arcivescovo Baggiani nella visita pastorale del 14 settembre 1671 decideva di eleggere a parrocchia la comunità di Cordova ottenendo il consenso del Duca.
Una voce, popolare racconta che sulla decisione dell’Arcivescovo influì un curioso incidente. Mentre l’alto prelato si recava da Castiglione a Cordova a dorso di mulo, percorrendo l'unica strada esistente, peggiore di una mulattiera perché ai tratti ghiaiosi si susseguivano tratti di argilla viscida, la bestia slittò gettando l’Arcivescovo lungo e disteso nel fango. Come peraltro succedeva non raramente a qualche cordovese, fortunatamente senza conseguenze di rilievo.
La nuova parrocchia di Cordova cominciò a funzionare il 1° giugno 1672 con l'onere del dovuto omaggio alla parrocchia matrice nella solennità di San Claudio -prima domenica di giugno- e il dovere del prevosto di Castiglione di provvedere il pranzo per il parroco di Cordova e foraggiarne la cavalcatura.