Accesso ai servizi

Lunedì, 02 Marzo 2020

MISURE URGENTI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CORONAVIRUS



MISURE URGENTI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CORONAVIRUS


Sono state emanate dal Presidente del Consiglio dei Ministri in data 11/03/2020 nuove disposizioni per fronteggiare l'emegenza sanitaria dovuta al Civd-19 pubblicato in allegato.

Le disposizioni del decreto 11/03/2020 producono effetto dal 12 marzo e sono efficaci fino al 25 marzo 2020.


I principali provvedimenti del DPCM 11 marzo:


 1) Sono sospese le attivita' commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attivita' di vendita di generi alimentari e di prima necessita' individuate nell'allegato 1, sia nell'ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell'ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, purche' sia consentito l'accesso alle sole predette attivita'. Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attivita' svolta, i mercati, salvo le attivita' dirette alla vendita di soli generi alimentari. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie. Deve essere in ogni caso garantita la distanza disicurezza interpersonale di un metro.


2) Sono sospese le attivita' dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attivita' di confezionamento che di trasporto. Restano, altresi', aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all'interno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali, lacustri e negli ospedali garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.


 3) Sono sospese le attivita' inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti) diverse da quelle individuate nell'allegato 2.


4) Restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonche' l'attivita' del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.


 


Queste le principali prescrizioni dei DPCM 8 e 9 marzo:
1) scuole chiuse fino al 3 aprile;
2) ci si può muovere solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o di salute (compilando la relativa autocertificazione da produrre agli organi di polizia in caso di controllo);
3) vietata ogni forma di assembramento in luoghi pubblici o aperti al pubblico;
4) nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita;
5) sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.

Fino a tre mesi di arresto o l’ammenda fino 206 euro è la sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti nelle “aree a contenimento rafforzato” di fronte all’emergenza coronavirus


In allegato è disponibile fac simile di autocertificazione valida su tutto il territorio nazionale per gli spostamenti da un Comune all'altro per comprovate esigenze lavorative, casi di necessità e motivi di salute.



Per chiarimenti è sempre a disposizione un numero dedicato della Regione Piemonte reperibile al link sotto riportato.


Gli aggiornamenti sulla situazione epidemiologica possono essere visionate sul sito della Regione Piemonte al link sotto riportato.

Per richieste che possono interessare il territorio  comunale di Castiglione sono disponibili i numeri 011/9819101 e 335/6502559 oltre ai tradizionali canali.

Per le persone in quarantena è disponibile il servizio di assistenza volontaria di consegna domicialie della spesa e dei medicinali di prima necessità.
La richiesta di intervento deve pervenire presso il Centro Operativo Comunale (C.O.C.) mediante richiesta telefonica al numero 331/6653932


Collegamenti:
INFORMAZIONI DALLA REGIONE PIEMONTE

Documenti allegati:

Pubblicato il 02/03/2020